english version     chi siamo     privacy policy     disclaimer     e-mail     cerca              
CCM
Guadagnare salute
Il Progetto Cuore
ISS
Epidemiologia e prevenzione delle malattie cerebro e cardiovascolari

Scarica “cuore.exe

Icona CUORECuore.exe è un software per la valutazione del rischio cardiovascolare.
 

 

primo piano

Mantenersi in buona salute? Basta poco, parola del signor B
Non è mai troppo tardi per prendersi cura della propria salute. Bastano pochi esercizi – semplici e poco impegnativi – ma eseguiti ogni giorno con costanza e un po’ di pazienza. È l’azione quotidiana del signor B, un simpatico signore di una certa età che, allarmato da piccoli segnali (aumento di peso, affaticamento al minimo sforzo, pressione alta) e grazie al consiglio del suo medico, ha deciso di prendere in mano la situazione adottando uno stile di vita più attivo. Un libro illustrato, frutto della collaborazione tra Jeremiah Stamler (esperto mondiale di prevenzione) e il progetto Cuore dell’Iss, spiega in modo semplice e chiaro come rimanere sani e attivi, anche “a una certa età”. Consulta lo sfogliabile “Per mantenersi in salute basta poco” e l’estratto sull’attività fisica.


In agenda: World Heart Day 2014
Creare ambienti di vita sani per il cuore: questo il focus dell’edizione 2014 della Giornata Mondiale del Cuore, che si celebra il prossimo 29 settembre. L’iniziativa, organizzata dalla World Heart Federation, mira a sensibilizzare gli individui e le collettività sull’importanza di poter fare scelte salutari vivendo, lavorando e giocando in luoghi che favoriscono la riduzione del rischio cardiovascolare (con possibilità di accesso a spazi “verdi”, mense con cibi sani, spazi smoke-free, ecc). Per maggiori informazioni visita il sito dedicato al World Heart Day 2014.


La salute cardiovascolare degli italiani:
l’Atlante italiano delle malattie cardiovascolari
Una fotografia dello stato di salute cardiovascolare degli italiani a cui si aggiungono per la prima volta i dati sulla salute dei migranti: è il quadro che emerge dal terzo Atlante italiano delle malattie cardiovascolari, presentato al convegno Anmco il 29 maggio 2014. Il rapporto, che mette a confronto i risultati delle due indagini svolte nell’ambito dell’Osservatorio epidemiologico cardiovascolare a dieci anni di distanza l’una dall’altra (1998-2002 e 2008-2012), documenta per la prima volta anche le abitudini alimentari e la prevalenza della combinazione di più stili di vita sani. Consulta i dati sui fattori di rischio – per gruppi di popolazione (popolazione generale, anziani, donne in menopausa, migranti) e per macroaree (Nord, Centro, Sud e Isole) – e i dati sulla prevalenza delle malattie cardiovascolari.

Programma EuroMed

Il Progetto sulla sorveglianza delle malattie cardiovascolari

Implementare il Registro di popolazione dell’infarto acuto del miocardio in Paesi dell’area mediterranea, utilizzando procedure e metodologie standardizzate raccomandate dall’Eurociss.

Eurociss

Il progetto Eurociss (European Cardiovascular Indicators Surveillance Set) ha l’obiettivo di individuare indicatori per monitorare le malattie cardiovascolari e fornire raccomandazioni per valutarne la distribuzione in Europa. Leggi la descrizione del progetto e dei risultati ottenuti e scarica il rapporto.

  

in questo sito 

In questo sito i risultati del Progetto Cuore: carte di rischio cardiovascolare e punteggio individuale, i dati inviati tramite cuore.exe, la distribuzione dei fattori di rischio e delle malattie cardiovascolari in età media, raccolti nell’ambito dell’Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare/Health Examination Survey.

European Health Examination Survey

Logo EhesRaccogliere dati per esaminare campioni di popolazione adulta e valutarne lo stato di salute: questo è l'obiettivo principale dello studio pilota europeo Ehes (European Health Examination Survey). Nei 13 Paesi partecipanti, l’indagine si basa su un campione di 200 adulti per ogni Stato.
Le persone reclutate vengono sottoposte a un questionario, a misurazioni fisiche (peso, altezza, circonferenza della vita, pressione) e a un esame del sangue. L’Italia partecipa attivamente con l’Istituto superiore di sanità. I dati raccolti attraverso le indagini di popolazione nazionali forniranno informazioni confrontabili sui maggiori fattori di rischio e sulla prevalenza delle malattie croniche e potranno essere usati nella pianificazione di politiche sanitarie e di azioni di prevenzione e promozione della salute.

 

© Cnesps - Istituto Superiore di Sanità - 2014