CCM
Guadagnare Salute

Epidemiologia e prevenzione delle malattie cerebro e cardiovascolari

CCM

Indagini di popolazione

FINE Study – Finland, Italy and the Nedtherlands Elderly Study

Lo studio longitudinale FINE-Italy è stato attivato nel 1985 sui sopravvissuti della coorte del Seven Countries Study on Cardiovascular Diseases, con l’obiettivo di valutare le malattie cardiovascolari, i fattori di rischio, la capacità cognitiva e la performance fisica, in una popolazione anziana di età compresa fra i 65-84 anni alla linea base. Lo studio include due coorti composte di soli uomini arruolate dalla popolazione generale dei comuni di Crevalcore (Bologna) e Montegiorgio (Fermo) aree rurali del Centro Italia. Nel 1985 sono state esaminate 682 persone. I sopravvissuti sono stati riesaminati nel 1991 (N=427), nel 1995 (N=295) e nel 2000 (N=200). In tutti gli screening effettuati, il tasso di risposta è stato superiore al 75%.

 

Le metodologie di raccolta dei fattori di rischio sono confrontabili con quelle degli altri studi, con l’unica eccezione della pressione arteriosa che è stata misurata due volte consecutive al braccio destro in posizione sdraiata, per rispettare le metodologie adottate nell’ambito del Seven Countries Study. Nel 1991, 1995 e nel 2000 sono stati raccolti anche campioni di sangue conservati nella biobanca presso l’Istituto superiore di sanità.

 

Sono disponibili i dati di follow-up della mortalità totale e per causa fino al 2004.

  • Campione di popolazione: 2 coorti arruolate in due comuni dell’Italia centrale, 682 uomini di età 65-84 anni
  • Linea base e riesame (anno): 1985; 1991; 1995; 2000
  • Raccolta campioni biologici (anno): 1991; 1995; 2000
  • Dati raccolti alla linea base e al riesame: caratteristiche socio-demografiche; stili di vita (alimentazione, abitudine al fumo); fattori di rischio (pressione arteriosa, frequenza cardiaca, indice di massa corporea, ECG letto secondo il codice Minnesota, colesterolo totale e HDL (escluso il 1991), trigliceridemia (escluso il 1995), glicemia (escluso il 1995); farmaci; storia di malattie cardiovascolari (pregresso infarto del miocardio, ictus, angina pectoris, claudicatio intermittens, fibrillazione atriale, ipertrofia ventricolare sinistra, pregresso intervento di bypass aortocoronarico o rivascolarizzazione, attacco ischemico transitorio - TIA); funzione cognitiva; prestazione fisica
  • Dati di follow-up: mortalità totale e per causa disponibili fino al 2004
  • Campioni biologici: N=427 siero (1991); N= 295 siero (1995); N= 201 siero, plasma, buffy coat, emazie (2000).

Consulta anche l’approfondimento “Le origini dello FINE”.

 

Pubblicazioni:

 

© Istituto Superiore di Sanita (ISS)